v2.jpg

La Scuola nel Parco
luogo: Parma
concorso di idee
anno: 2020

Il progetto trasforma l’area verde del Castelletto in un parco urbano fruibile e identitario, inserito nella più ampia costellazione verde dei parchi Cittadella, Ferrari e Bizzozzero. Gli edifici rappresentano una delle attrazioni del parco: padiglioni leggeri e luminosi, con diversi gradi di trasparenza e riflettività, per fondersi e confondersi con il paesaggio.

I padiglioni sono dislocati nel parco in prossimità del tessuto insediativo, per creare un rapporto con il quartiere, ma arretrati rispetto al fronte stradale, per formare una soglia sospesa tra urbanità e naturalezza.

La densità e compattezza dei volumi, avviluppati su tre piani attorno ai vuoti centrali delle corti, permette di contenerne le dimensioni volumetriche, per farne degli episodi urbani all’interno dell’universo naturale del parco. La loro leggerezza materica evoca alcuni archetipi, tipici delle costruzioni nel verde, come le serre e i palazzi di cristallo, che, alle grandi dimensioni, opponevano pelli sottili ed evanescenti.

 

La scelta di costruire forme dense e compatte si sposa con la scelta di preservare il suolo e le alberature: il sedime privo di vegetazione è quello su cui vengono installati i padiglioni; le alberature esistenti vengono integrate nel disegno del parco e delle attrezzature sportive.

La strategia alla base delle scelte progettuali è quella di preservare l’integrità del paesaggio e la fruibilità pubblica del parco, scegliendo di occupare una minima quantità di suolo e di non abbattere alberi: piuttosto che inserire il parco nella scuola si sceglie di inserire la scuola nel parco.

v1.jpg
masterplan.jpg
sezione_2.jpg
prospetto_1.jpg